Per molti negozianti il periodo di Natale è quello che salva o condanna una stagione.

La National Retail Federation (USA) stima un valore medio degli acquisti di Natale pari al 20% [1] sul totale delle vendite annue (ma alcune categorie raggiungono e superano il 30%), con oltre la metà degli acquisti nella settimana 18-24 Dicembre.

In quella settimana le vostre vetrine devono essere perfette!

Rimandando all’articolo “Prima di allestire una vetrina. Istruzioni per l’uso” per considerare gli aspetti strategici e gli obiettivi di comunicazione sottostanti all’allestimento di una o più vetrine, i pro e contro delle 3 tipologie di vetrine (vetrine aperte, chiuse o semi-chiuse) e le 10 regole da seguire per allestire una vetrina, riportiamo di seguito alcuni suggerimenti per le vostre vetrine di Natale.

Le vetrine di Natale dovranno essere programmate (calendario alla mano), considerando il numero di vetrine di cui dispone il negozio e la loro tipologia.

Ovviamente in base alle diverse categorie merceologiche di appartenenza (generi di prima necessità, alimentari, non alimentari, elettronica di consumo, abbigliamento, intimo, articoli regalo, fiori, casalinghi, profumerie, giocattoli, cartolerie, ecc…), si potranno fare scelte radicalmente diverse partendo dal proprio assortimento, considerando il posizionamento prezzo e il tipo di arredo che caratterizza il concept store (arredo classico, moderno, contemporaneo). Con la consapevolezza che sarà impossibile trovare soluzioni su misura per tutti, la metodologia e gli strumenti proposti saranno sicuramente adattabili per la maggior parte dei negozianti, al di là del genere di attività.

Per tutte le informazioni: https://lebussole.confcommercio.it/strategia/come-allestire-le-vetrine-per-il-prossimo-natale/