In riferimento alle riaperture del 26 aprile Riportiamo   di seguito i chiarimenti  del Ministero dell’Interno inviato alle Prefetture e riguardanti i servizi di ristorazione:

 

********

 

Attività di servizi di ristorazione (Art.4)

 

“Di particolare rilevanza è la previsione contenuta nella norma in esame che, a decorrere dal 26 aprile 2021, consente, in zona gialla, lo svolgimento delle attività dei servizi di ristorazione con consumo al tavolo, esclusivamente all’aperto e nella fascia oraria compresa fra le 5.00 e le 22.00. Rimane esclusa, relativamente agli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande, la possibilità di consumazione al banco.

 

Si ritiene, inoltre, opportuno precisare che, per effetto della permanenza in vigore delle disposizioni di cui al D.P.C.M. 2 marzo 2021, non espressamente derogate dal decreto-legge in commento  continua ad applicarsi la limitazione contemplata dall’art. 27, comma 1 del citato D.P.C.M., secondo cui il consumo al tavolo è consentito per un massimo di 4 persone, salvo che siano tutte conviventi.

 

Analogamente, restano confermate le altre disposizioni di cui al citato art. 27 in quanto non in contrasto con la novella legislativa, e in particolare quella che fissa alle ore 18.00 il limite orario entro il quale è consentito l’asporto ai soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dal CODICE ATECO 56.3.”

 

*********