Il presidente tosti: “giornata storica, non dobbiamo volare bassi”

E’ stata inaugurata questo pomeriggio, dopo quattro anni di assenza, la nuova sede locale di ConfCommercio , presso il centro commerciale Murialdo, alla presenza dell’assessore al Bilancio del Lazio Alessandra Sartore e molte altre personalità tra cui il consigliere regionale Enrico Panunzi, l’assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Viterbo Sonia Perà ed il segretario generale della Camera di Commercio viterbese Francesco Monzillo.

Per l’occasione abbiamo raccolto la testimonianza di uno dei funzionari storici, fin dagli anni ’90, dell’asso di categoria ,  Fabrizio Chinzari: “Dopo un po’ di assenza ConfCommercio ritorna qui in provincia e lo fa con un’associazione nuova che si chiama ConfCommercio Lazio Nord, pluriterritoriale , che comprende le provincie di Rieti e Viterbo. Abbiamo slancio, abbiamo passione e volontà di servire al meglio le imprese del territorio”.

Li aspetta un lavorone, anche perché, come spiega lo stesso dirigente , potenzialmente ci sono almeno 15mila  imprese da raggiungere: “Da quelle noi ripartiremo con una campagna informativa e di marketing, cercheremo di visitarle tutte e di prospettare le nostre capacità, i nostri servizi , le nostre convenzioni”. Tra queste nel settore trasporti sono stati firmati accordi con Fiat e Peugeot, poi per la telefonia Vodafone, mentre nel settore assicurativo saranno Vittoria e Generali i partner. Oltre a queste ci sono convenzioni specifiche sui trasporti aerei ed autonoleggi.

PERCHE’ DIVENTARE SOCIO?

Oggi creare o ampliare una pmi, o meglio una microimpresa, non è roba da poco. Chiediamo: “Quanto costa per un piccolo commerciante iscriversi?”“L’iscrizione costa 100 euro – spiega Chinzari – e vale per la prima annualità. Dopo di che il costo sale a circa 200 all’anno. Costo che tranquillamente con gli accordi che abbiamo si recuperano ampiamente. Adesso ad esempio bar , ristoranti e alberghi devono rinnovare entro il 28 febbraio la Siae e li abbiamo una convenzione nazionale con Siae pari a circa il 25%, quindi ci sono molti modi per recuperare la quota. Noi possiamo essere e credibile supporto, perché abbiamo una struttura che può garantire all’impresa ciò di cui ha bisogno, dalla consulenza fiscale a quella legale”.

QUALE SARA’ IL TEMA CENTRALE DEL 2018?

E’ una sorta di mantra, quest’anno si punterà forte sul … turismo. Chinzari parla delle grandi potenzialità del nostro territorio e soprattutto dell’asse Viterbo-Rieti, noi che il reatino lo frequentiamo, però, non possiamo non chiedere un commento sull’annosa questione del Terminillo: “E’ l’emblema dell’incapacità dell’entroterra di cogliere opportunità – ammette Chinzari – per noi l’unica strada praticabile è la Stazione Montana. Criticità? La Valutazione di Impatto Ambientale. Ci scontriamo con esigenza sacrosanta che molte volte però non tiene conto della necessità dei residenti e dei giovani di fare commercio e servizi, di creare in sostanza ricchezza ed occupazione”.