“Progetto decoro”: un’idea di Confcommercio, Comune e Rete “Rieti C’Entro” per rivitalizzare il Centro

 

E’ stato presentato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso la sede di Confcommercio Lazio Nord alla presenza del Presidente di Confcommercio Lazio Nord, Leonardo Tosti, del Presidente del Cat di Confcommercio Lazio Nord, Riccardo Guerci, del rappresentante della società “Palazzina Futuro” Omar Turi e del Vicesindaco di Rieti, Daniele Sinibaldi, il “Progetto decoro”, un’idea elaborata dalla Rete d’Impresa “Rieti C’Entro” guidata dal Presidente Carlo Proietti, su input e in collaborazione con Comune e Confcommercio Lazio Nord – finanziata dalla Regione Lazio – che punta a restituire un’immagine decorosa del centro storico e a mettere in campo un’innovativa e diffusa promozione turistica del territorio.

L’idea progettuale, realizzata da “Palazzina Futuro”, è incentrata sulle vetrine sfitte che si trovano nel centro storico. Da tempo, ormai, era evidente lo scarso decoro di molte vetrine che rischiavano di offrire una cattiva immagine del Centro storico, penalizzando anche gli altri esercizi commerciali della zona. I proprietari delle vetrine sfitte sono stati invitati ad aderire al progetto al fine di restituire un’immagine decorosa alla Città attraverso l’apposizione di pannelli e vetrofanie che intendono comunicare le peculiarità artistiche, storiche, culturali e paesaggistiche del territorio reatino. Il concept di fondo è la promozione turistica del territorio attraverso un recupero e un rilancio dell’identità culturale dello stesso. Tra i temi di promozione individuati figurano Sant’Antonio, Santa Barbara, il Cammino di Francesco, i Musei cittadini, Marco Terenzio Varrone, il Volo a Vela, il Terminillo, lo Stadio Guidobaldi, il Parapendio, la Festa del Sole, la Valle Santa e il Teatro Flavio Vespasiano. Tutti i pannelli avranno lo stesso impatto grafico e riporteranno anche informazioni del locale con recapiti utili.

In una prima fase del progetto si interverrà principalmente su Piazza Cavour, Via Roma, Piazza Cesare Battisti, Piazza Vittorio Emanuele, Via Garibaldi, Via Pescheria, Via Potenziani, Via Pennina, Via Terenzio Varrone, Via Cintia.

“Si tratta di una delle attività messe in campo dalla Rete d’impresa Rieti C’Entro – ha spiegato il Vicesindaco Daniele Sinibaldi – Rivitalizzare il centro storico è un’azione complessa che tocca vari aspetti e sicuramente uno di questi è il decoro della Città, proprio il fattore su cui interviene questo progetto. Oltretutto, al contrario di altri territori, a Rieti le Reti d’impresa hanno funzionato e siamo stati presi ad esempio a livello regionale. Lancio un appello ad altri proprietari di locali sfitti ad aderire all’iniziativa”.

“Siamo convinti che i centri storici possano essere un volano per la ripresa del Paese e anche di Rieti – ha commentato il Presidente di Confcommercio Lazio Nord, Leonardo Tosti – Da recenti dati che stanno emergendo a livello nazionale sembra che ci sia una speranza di ripresa dei piccoli negozi di vicinato. Attraverso il Progetto Decoro puntiamo a migliorare l’immagine della Città e contemporaneamente a promuovere il territorio. Complimenti alla Rete Rieti C’Entro per l’iniziativa che è solo una delle tante azioni messe in campo che proseguiranno anche nei prossimi mesi”.

“L’obiettivo di riqualificare e rendere di nuovo appetibile il centro storico viene da lontano e questo è un ulteriore passo avanti in questa direzione che siamo riusciti a portare a compimento” ha aggiunto il Presidente del Cat Confcommercio Lazio Nord, Riccardo Guerci.